Lo chef Simone Salvini sceglie Camelia, il fermentino a crosta fiorita

 
Il noto chef di fama internazionale e icona della cucina vegetale realizza nuove ricette di alta cucina con Camelia, il fermentino a crosta fiorita di Euro Company.

 


Camelia, tra gli ultimi nati di Euro Company – azienda italiana che produce, seleziona e commercializza frutta secca ed essiccata e linee di fermentini – cattura l’interesse dello chef Simone Salvini, grande interprete dell’alta cucina vegetale, e viene scelto per diventare il protagonista delle sue prossime ricette.

 

Si tratta di un fermentino a crosta fiorita, realizzato attraverso la fermentazione di anacardi e noci di macadamia, frutto di una equilibrata sintesi tra il gusto delle materie prime e i sapori sprigionati dalla stagionatura. Camelia racchiude in sé la dolcezza e la delicatezza della frutta secca, il tocco fresco e acidulo tipico della fermentazione e gli aromi caratteristici dei prodotti a crosta fiorita. Sono proprio queste le caratteristiche che hanno colpito l’attenzione dello chef, il quale ha voluto inserirlo nelle sue nuove ricette, presentate nei suoi canali social da fine giugno.

 

Il sapore elegante, delicato, complesso, rende Camelia un ingrediente prezioso e, nelle mani esperte dello chef, diventa il protagonista dei suoi piatti. Realizzato in Italia, biologico e con una lista molto corta di ingredienti, sposa perfettamente i valori della cucina di Simone Salvini, amante della semplicità e della qualità delle materie prime.

 

Il particolare processo produttivo di Camelia prevede una fase di ammollo della frutta secca con aggiunta di colture batteriche per permettere la prima fermentazione. In seguito, avviene la macinazione e la seconda fase di fermentazione, con la sola aggiunta di acqua, sale e Penicillium Candidum, una muffa da sempre impiegata nella produzione di diversi noti formaggi francesi, fra cui il Camembert e il Brie. Per questo gli aromi e la consistenza di Camelia ricordano quelli dei più noti formaggi a crosta fiorita nonostante si tratti di un alimento 100% vegetale. L’ingrediente segreto, che completa la maturazione, è il tempo. Solo dopo circa dieci giorni e sei diverse fasi a temperature altamente controllate, che permettono la fioritura della soffice crosta edibile, Camelia è pronto per essere gustato dai palati più ricercati. È la splendida chiusura di una cena, accompagnato da composte di frutta, o il protagonista di ricette gourmet, come quelle ideate dallo chef Salvini.

 

TABELLA NUTRIZIONALE (valori medi per 100 g di prodotto):

 

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: In frigorifero tra 0°C e +4°C. Dopo l’apertura consumare entro 3 giorni
PESO: 100 g
SHELF LIFE: 35 giorni
 

 

I fermentini
I fermentini nascono dalla fermentazione di frutta secca e semi oleosi, con la sola aggiunta di acqua e sale. L’obiettivo del progetto, iniziato nel 2015, è quello di fornire ai consumatori alimenti vegetali con una lista di ingredienti semplice e un’etichetta chiara, prodotti artigianalmente sfruttando appunto il processo di fermentazione. La fermentazione è uno dei più antichi metodi di conservazione che, oltre a preservare gli alimenti in maniera naturale senza l’aggiunta di conservanti artificiali, migliora le qualità nutrizionali della materia prima, rendendola allo stesso tempo più digeribile. I fermentini sono ideali per chi vuole seguire un regime alimentare plant-based, ma interessanti anche per tutti coloro che vogliono ridurre il consumo di proteine animali nella propria dieta in maniera naturale e gustosa.

 

 
L’azienda
Fondata nel 1979, Euro Company produce, seleziona e commercializza frutta secca ed essiccata a Godo di Russi, nel cuore della Romagna. In questi 40 anni la comunità è cresciuta costantemente, fino a contare oggi circa 400 dipendenti, con un’età media inferiore ai 40 anni. Con un fatturato di oltre 110 milioni di euro nel 2019 ha una presenza pressoché totale sul mercato italiano, offrendo alimenti vegetali a base di frutta secca ed essiccata, e riducendo al minimo possibile le lavorazioni della materia prima.
Vision dell’azienda è, infatti, essere un punto di riferimento per l’alimentazione sana e sostenibile, mettendo al centro la salute, il pianeta e il rispetto delle persone, con l’obiettivo ultimo di influenzare l’intera industria alimentare. Diventata Società Benefit nel 2018 e certificata B Corporation nel 2019, Euro Company fa dell’etica il suo punto cardine, anche attraverso i quattro pilastri del concetto di Qualità Etica che abbracciano tutta la filiera: dal rapporto diretto alle partnership di lungo termine con i produttori, dalla remunerazione equa dei coltivatori alla condivisione di attrezzature e know-how, per ottenere materie prime di alta qualità, garanzia del miglior prodotto possibile per il consumatore.